La lezione-concerto di Claudio Sottocornola: “Over the rainbow” e il viaggio come metafora della vita

Claudio Sottocornola

di Antonio Falcone*

Claudio Sottocornola, nell’occasione dei suoi 60 anni, ha proposto Over the rainbow, un suggestivo live nella forma a lui cara della lezione-concerto, che, con canzoni come California Dreamin’, Walk On The Wild Side, San Francisco, Certe notti, Ciao amore ciao, L’isola che non c’è, attraversando America, Inghilterra ed Italia, va a toccare la tematica del viaggio, all’insegna della sperimentazione e della memoria storica, coinvolgendo ambiti disciplinari diversi, dalla storia alla filosofia,dalla letteratura all’arte visiva, dalla musica alla spiritualità. Se già Marcel Proust sosteneva che “L’unico vero viaggio verso la scoperta non consiste nella ricerca di nuovi paesaggi, ma nell’avere nuovi occhi”, il tema del viaggio, del percorso verso nuove mete, a partire dagli anni ’60, anche in coincidenza conl’irrompere del movimento giovanile, assume sempre più carattere iniziatico,divenendo, in generale, metafora della vita e della evoluzione individuale e collettiva, personale e sociale, sia esso geografico o storico,  esistenziale o metafisico, psichedelico o spirituale.

Negli anni ’80 invece, fra riflusso e consumo, lo scenario muta, ma la canzone pop, rock e d’autore continua, soprattutto fra i giovani, a registrare l’interesse sul tema del viaggio, inteso ancora una volta come scoperta, crescita, sviluppo, anche se inizia a farsi sempre più pressante la portata propria dell’evasione e del sogno, sino ad arrivare, passando al nuovo millennio, ai viaggi virtuali nel web, tra like ed emoticon, in tempi che rivelano inedite difficoltà ed inquietudini.Claudio Sottocornola, ordinario di Filosofia e Storia al Liceo scientifico L. Mascheroni e di Storia della canzone e dello spettacolo alla Terza Università di Bergamo,nel proporre le proprie lezioni multimediali a studenti e pubblico adulto ha utilizzato la canzone come strumento di ricostruzione storica, affrontando temi quali l’emancipazione femminile o la nascita dell’identità giovanile, l’evoluzione sociale e del costume italiano, il ruolo della canzone d’autore, il rapporto fra musica e società negli anni ’60. Infatti, dai primi anni ’90, dopo un’intensa attività giornalistica, Sottocornola decide di passare “dall’altra parte del vetro” ed entrare in sala di registrazione dove ha studiato, interpretato, mixato brani storici della canzone italiana, e non solo, poi pubblicati nella serie L’appuntamento (tre Cd e un Dvd video). Dal 2004,il docente-interprete intuisce come in nome della musica possa quindi crearsi una sinergia fra l’aspetto critico e quello espressivo. Ecco allora l’idea della lezione concerto, dove propone egli stesso, in versione rigorosamente live, i brani di cui analizza i testi o che ritiene di particolare rilevanza per la storia sociale e del costume.

Sottocornola andava così ad incontrare un pubblico variegato, fra scuole, auditorium e teatri, trovando seguito tanto tra i giovani, che scoprivano canzoni e autori magari inediti, quanto fra spettatori adulti o maturi, i quali nella narrazione storica e nella colonna sonora proposta ritrovavano brani simbolo e personaggi iconici della canzone italiana correlati al proprio vissuto.Attraverso la storia delle note il filosofo del pop, come lo definisce la stampa, diviene “cercatore” di quella verità insita nell’uomo e che si fa tutt’uno con esso: sfrutta capacità affabulanti e abilità vocale nell’individuare le caratteristiche di ogni canzone, proposta e reinterpretata rispettandone l’ispirazione originaria, dando valenza al testo colto in ogni sua sfumatura quale pista ideale da cui far decollare i propri sentimenti, i propri ricordi, le più intime suggestioni. Con un occhio all’amato saggio mémoire ed un altro volto al popular Sottocornola racconta se stesso, ovvero delinea enigmi e figure di una coscienza testimone del proprio tempo:le sensazioni e i ricordi visualizzati sul palco divengono efficaci tavole viventi e l’indagine metodologica si palesa man mano come un coinvolgente punto d’incontro tra la Storia con la s maiuscola e la “sua” storia, il proprio vissuto personale.

Claudio Sottocornola con gli studenti di “Over the Rainbow”

Grazie al consolidato approccio ermeneutico, Sottocornola utilizza infatti musica, poesia e immagine per esprimere una visione del mondoche è in primis filosofica, ma si avvale delle forme espressive più disparate. Ha infatti pubblicato opere poetiche (Giovinezza… addio. Diario di fine ’900 in versi, Nugae, nugellae, lampi. Quaderno di liceo), saggi (The gift, la quadrilogia Il pane e i pesci, I trascendentali traditi, Stella Polare, Effatà), opere multimediali (Eighties/laudes creaturarum’81, Il giardino di mia madre e altri luoghi, Pop Ideas), opere musicali (tre cd, L’appuntamento 1, 2, 3 e il dvd L’appuntamento/The video, il cofanetto in cinque dvd Working Class, la pendrive Una notte in Italia, il progetto web Bootleg) e una corposa raccolta di interviste ai personaggi della canzone e dello spettacolo italiano (Varietà). Nel 2018 è la volta di Saggi Pop, raccolta di saggi, interviste, lezioni-concerto e disegni che indagano l’universo della popular culture italiana nel contesto internazionale. Sue opere sono state tradotte in inglese, francese, rumeno e spagnolo. Lo scorso martedì, 16 aprile, è stata la volta degli studenti del Liceo Mascheroni di Bergamo ad accompagnare Sottocornola, fra musica, coreografie, letture e immagini, in Over the rainbow, lezione concerto sul tema del viaggio soprattutto interiore, come evoluzione personale, che ben si attaglia al traguardo dei 60 anni del filosofo-interprete, segnati da tante poliedriche sperimentazioni nel mondo del pensiero, dell’arte e della scuola.

*Antonio Falcone, giornalista e blogger, specialista nella critica cinematografica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.